Mobile Advertising

Pubblicità social facebook mobile

La pubblicità si è evoluta notevolmente negli ultimi 10 anni, marcando stretto il settore legato alla navigazione da cellulare, da qui è nato il mobile advertising.

Pubblicità native advertising


Oggi più che mai, avere siti che riescano ad essere performanti per i visitatori, che preferiscono navigare dal proprio cellulare e smartphone, perché il trend di questa moda è in aumento, nonostante dal piccolo cellulare non si riesca a vedere bene certi argomenti.

La dimensione dello schermo del device che si usa per navigare, può facilitare o bloccare qualsiasi campagna pubblicitaria se non ben studiata.

Nonostante questo, purtroppo, i device mobile hanno grossi limiti fisici che, al momento, sono difficili da superare, a partire appunto dalla dimensione ridotta dello schermo dove visualizzare i nostri prodotti o scritti, fino a usare linee radio poco performanti, almeno qui in Italia.

Il mobile advertising è cresciuto del 53% tra il 2014 e il 2015, raggiungendo un valore di 462 milioni di euro di mercato e il 21% di tutti gli affari pubblicitari sul web, cosa che è stata nettamente facilitata grazie al sempre maggiore utilizzo degli utenti, dei social network.

 

Statistiche mobile advertising Facebook

 immagine statistiche facebook



Come si può vedere dalla immagine qui sopra, solo nel 2014, con 25 milioni di profili attivi, c'erano (a quel tempo) 21 milioni di persone che usavano il cellulare per navigare sul social, il che la dice lunga su cosa puntare se si vuole investire oggi, in special modo sui social per spingere i nostri prodotti e brand.

La pubblicità mobile ha il bello di poter essere tracciata grazie alla geolocalizzazione, il che rende più facile poter convertire in certi frangenti, con vendite mirate e servizi localmente mirati, ecco che non spenderete più somme ingenti ma potrete mirare a vendite precise su gruppi di clienti realmente interessati o vicini a voi fisicamente (come nel caso di forniture o punti vendita locali).



crescita del mobile advertising

 

Ben il 40% dei navigatori web, preferisce cliccare su pubblicità mobile rispetto a coloro che ormai sono giunti a una saturazione psicologica , quando navigano sul web da Pc.

Ovvio che i banner pubblicitari vanno preparati ad hoc, non solo per essere reattivi e veloci nel caricamento, ma anche graficamente ammiccanti e attiranti, infatti, chi cerca di usare le stesse tecniche vecchie, usate per anni nei tempi passati dove si navigava prettamente da casa al computer, fallirà o avrà un ritorno inferiore rispetto a coloro che studieranno adeguatamente la psicologia del visitatore da cellulare.

In Italia, ambiente che interessa maggiormente i nostri bisogni, hanno avuto molto successo le campagne pubblicitarie mobile content offers, chiamate PIN submit, che erano e sono contenuti rivolti espressamente a utenti mobile, prima diffusi come suonerie ma diventati sfondi, antivirus, giochi, contest, oroscopi, contenuti per adulti, utility.

Come potete vedere, chi non resta aggiornato con i mutamenti dei tempi moderni, rimane indietro e, col passare del tempo, si trova a chiudere o dover investire parecchi soldi che, negli anni precedenti, aveva deciso di non investire. Quindi è senz'altro meglio investire in questo settore (in maniera oculata e attenzione ai soggetti o alle aziende che si propongono in questo settore ma non hanno le specifiche adeguate) piuttosto che continuare a spingere sistemi inutili o ormai verso il tramonto nel marketing.

Fonte:

Immagini tratte dal sito wearesocial.com

Stampa Email