Chi guadagna con l'affiliate marketing

Statistiche sui guadagni col marketing

Le possibilità di guadagno con l'affiliate marketing sono molteplici, poiché le campagne pubblicitarie offerte da questo settore sono decine se non centinaia in certi casi e su certe piattaforme di advertising.

Bisogna sempre pensare che l'affiliate marketing sia una possibilità di guadagnare, cosa sempre più necessaria al giorno d'oggi dove, in vari settori, sempre più categorie produttive chiudono i battenti lasciando centinaia di migliaia di persone senza prospettive: studiare questo settore pubblcitario, può aprire molte porte e con pochissimi investimenti alla portata di tutti.

Ma chi è stato a guadagnare con l'affiliate marketing?

Possiamo dare una occhiata a tre delle tante piattaforme advertising sul mercato, tenendo conto che i dati risalgono al 2015 ma il trend è in crescita continua, come indicano anche i giornali di settore come il sole24ore per il 2016 . Le percentuali di seguito date interessano solo coloro che raggiungono certi livelli di guadagno, quindi non rappresentano il 100% degli affiliati ma solo la percentuale del 15% circa del totale, divisi poi in percentuali precise e specifiche.

Gli affiliati che hanno guadagnato dai mille a oltre centomila euro sono il 15% di tutti gli affiliati presenti sui network di affiliazione, dove ovviamente, solo pochissimi superano cifre vertiginose, anche perché per raggiungere certi livelli è necessario investire moltissimi soldi e tempo per le ricerche e le prove di pubblicità su social e motori di ricerca, cosa non certamente alla portata, in questo caso, di tutti.

Un buon 60% ha invece guadagnato cifre che si aggirano dai 1000 ai 5000 euro , con un altro 30% di affiliati che ha incassato in un anno somme che vanno dai cinquemila euro ai 25mila euro.

Come potete vedere si parla di cifre interessanti che , seppure debbano essere comprese nei fatti che dicono che solo gli affiliati che spendono tempo e anche soldi per le ricerche di mercato, possono sperare di arrivare a certi livelli, si hanno anche indicazioni su come cifre più modeste ma interessanti comunque, siano alla portata di tutti.

Considerate comunque che, la stragrande maggioranza di coloro che usano tecniche base di affiliate marketing, riescono ad arrivare a 1000 euro annui, ovvero l'85% circa degli affiliati totali, questo perché non tutti si interessano seriamente della tematica ma si limitano, esattamente come li ha abituati Google Adsense, a usare i banner precaricati sulle piattaforme di affiliazione e quindi non curano le molteplici sfaccettature della tematica, ottenendo pochissimo.

Lavorare per sé stessi

Guadagnare con l'affiliate marketing, comporta sacrifici ma che spesso possono regalare enormi soddisfazioni, non solo economiche ma anche personali: per essere un affiliato bastano un computer e una connessione internet per lavorare, non è necessario possedere un ufficio come molti servizi legati alla pubblicità e al marketing.

Vantaggi di essere Affiliate marketing

Ma quali sono i vantaggi nel diventare un affiliate marketing? Vediamolo insieme:

1) Non ci sono orari perché potete decidere come e quando lavorare, organizzandovi come meglio credete e come meglio riuscite secondo i vostri impegni giornalieri;

2) Meno stress, poiché potete organizzarvi come meglio credete, senza considerare tutto lo stress che avreste passando ore in macchina affrontando il traffico per andare a lavoro;

3) Spese inesistenti, per raggiungere il posto di lavoro poiché potete lavorare ovunque vogliate e abbiate una linea adsl e la possibilità di connettervi con il vostro pc;

4) Potete conciliare, senza dovervi scusare con nessuno, il lavoro con le necessità famigliari se avete una relazione o dei figli;

5) Non siete costretti a chiedere il permesso di assentarvi da lavoro a nessuno, vista la libertà organizzativa di cui parlavo prima;

6) Potete lavora ovunque vogliate anche in Australia o nelle foreste equatoriali, poiché le uniche cose di cui avete bisogno per fare marketing è, come ho già detto, un pc anche portatile e una connessione internet valida e stabile.

Vediamo ora però anche il rovescio della medaglia, rappresentata dagli svantaggi:

1) Non ci sono orari... realmente, nel senso che potreste trovarvi a lavorare anche per molto più di otto ore al giorno;

2) Rischio di non avere una vita sociale, poiché lavorando al pc si tende in molti casi a non curare gli incontri nella vita reale e, quindi, a isolarsi;

3) Distrazioni: se in ufficio o sul vostro attuale posto di lavoro non avete molte possibilità di distrarvi, lavorando a casa invece, avrete molte distrazioni che vi potrebbero bloccare dal punto di vista lavorativo, lasciandovi indietro rispetto al mercato pubblicitario.

Dovrete apprendere la sottile arte della concentrazione e soprattutto se chi abita con voi non prende sul serio il vostro impegno lavorativo, chiudetevi a chiave nella stanza e mettetevi le cuffie con della musica stimolante per lavorare, tagliando fuori ogni distrazione.

In molti casi, i primi sabotatori dei propri propositi lavorativi sono proprio i famigliari che non capiscono o non sono interessati a capire le nuove possibilità lavorative, seppure siano i primi a lamentarsi quando invece mancate parecchio da casa sempre per lavoro.

L'unico sistema è prendere da parte le persone che tendono a disturbare di più e cercare di spiegare logicamente e razionalmente la cosa, chiedendo di non essere disturbati continuamente durante il lavoro.

 

 

Stampa Email